Il progetto Interreg IV

I corsi d’acqua rappresentano un elemento caratterizzante del nostro habitat. Soprattutto nelle aree urbane costituiscono zone ricreative all’interno degli insediamenti. Ma non bisogna trascurare il fatto che i corsi d’acqua rappresentono un pericolo per la popolazione in occasione di eventi alluvionali. I partner partecipanti a questo progetto devono affrontare il compito di migliorare le condizioni di vita e di lavoro delle popolazioni in riva ai torrenti montani.
Nel 2005 il Comune di Pfunds è stato colpito da una frana che ha causato ingenti danni. In fase di progettazione delle necessarie opere di sistemazione ha potuto contare tra l’altro sul sostegno da parte della Ripartizione Opere idrauliche della Provincia autonoma di Bolzano. La particolare dislocazione delle opere di difesa nell’abitato ha indotto Pfunds a porre particolare cura ed attenzione nella realizzazione.
Il Comune di Merano è stato colpito ripetutamente da inondazioni e frane. Oggi il torrente Passirio è regolato da alti argini in muratura eretti a difesa dell’abitato. La ripartizione Opere Idrauliche e il comune di Merano si sono resi conto della necessità di iniziative al fine di migliorare il rapporto spaziale fra l’area urbana e i corsi d’acqua nonché di valorizzare l’importanza ecologica e sociale dei corsi d’acqua.
Il Comune di Alleghe ed in particolare l’abitato di Caprile, collocato alla confluenza di 3 torrenti, è stato colpito negli anni 60-70 da catastrofiche alluvioni (1966) che hanno prodotto ingentissimi danni. Nell’arco di questi ultimi 30 anni sono stati effettuati notevoli investimenti da parte degli enti pubblici locali e soprattutto statali, che hanno consentito l’esecuzione di molte opere di difesa idraulica. Anche di recente è stato realizzato un massiccio intervento nelle immediate vicinanze dell’area interessata dal progetto di cooperazione 2006-2008 sulla base di corposi studi idraulici redatti dal Genio civile della Provincia di Belluno.